Come ottenere la detrazione fiscale per le inferriate con il bonus sicurezza 2020

serratura doppia mappa e cilindro europeo differenze
Cilindro europeo: com’è fatto e quali vantaggi offre
7 Luglio 2020
Per mantenere in sicurezza la propria casa è importante eseguire dei lavori periodicamente per assicurarsi la tranquillità necessaria contro intrusioni e atti vandalici all’interno del proprio stabile. Per incentivare spese di questo tipo lo Stato mette a disposizione del cittadino la possibilità di ottenere alcune detrazioni fiscali per le spese sulla sicurezza domestica.

Questo bonus sicurezza prevede anche la detrazione fiscale per inferriate, che si possono ricevere con un’apposita procedura senza eccessivi tasselli burocratici.

 

Detrazione fiscale inferriate di sicurezza

Ogni anno i cittadini, solitamente nel periodo che va dai primi di maggio fino alla fine del mese di settembre, possono fare la dichiarazione dei redditi ed ottenere delle detrazioni fiscali del 36% sulla spesa finale per lavori di messa in sicurezza della propria abitazione, ammortizzando in questo modo una buona parte della spesa sostenuta ed essere dunque incentivati ad eseguire lavori di questo tipo, fondamentali per la tranquillità e del quieto vivere propri.
Tuttavia, per ottenere tale detrazione è importante seguire alcune indicazioni molto importanti, che se non rispettate ti impediranno di usufruire di questa possibilità che lo Stato italiano mette a disposizione dei propri cittadini.
Ecco tutto ciò che serve per ottenere la detrazione fiscale per le inferriate di sicurezza:

  • Bisogna indicare nella dichiarazione dei redditi i dati catastali della propria abitazione.
  • Necessario è anche essere in possesso di alcuni documenti come la  concessione dei lavori da realizzare, fatture e ricevute di ogni tipo relative alle spese sostenute per il lavoro e, in base alla situazione in cui ti trovi ad eseguire i lavori, altre documentazioni che puoi trovare informandoti su quanto scritto nell’art. 16-bis del Dpr 917/86.
  • Invio all’ASL di una comunicazione via raccomandata o con altri mezzi (dipende dal regolamento regionale) i dati generali di chi ha richiesto i lavori e il posto in cui sono stati effettuati; la tipologia di lavoro; dati dell’impresa alla quale è stato assegnato il lavoro e, infine, la data di inizio dei lavori di messa in sicurezza.
  • Una delle cose più importanti è effettuare il pagamento tramite bonifico, nel quale devono essere presenti causale, codice fiscale di chi beneficia della detrazione e di chi beneficia del pagamento (in quest’ultimo caso va bene anche indicare il numero della P.IVA)

Bonus sicurezza 2020

Fino all’anno scorso, la detrazione fiscale per le inferriate di sicurezza era del 36% e a fronte di una spesa non superiore ai 48.000 euro.

Con il bonus sicurezza 2020 è possibile ricevere una detrazione fiscale del 50% sull’IRPEF per una spesa non superiore ai 96.000 euro. In più è stata fatta, per il 2020, una proroga per la domanda fino al 31 dicembre 2020.

Inoltre, con i recenti avvenimenti portati dal COVID-19, ci saranno ulteriori bonus edilizi e delle proroghe per alcuni interventi di ristrutturazione della propria abitazione, provvedimenti presi allo scopo di far aumentare la domanda nel campo dell’edilizia.

Call Now ButtonCHIAMA ORA